Contro la «fuga dei cervelli» arriva il bando Miur per l’assunzione di 24 ricercatori

Pubblicato il nuovo programma di reclutamento "Rita Levi Montalcini"

Domande entro il 1° aprile 2015

Parte il piano Miur di assunzioni agevolate contro la "fuga dei cervelli". E' stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo bando del programma "Rita Levi Montalcini", che per il 2015 mette a disposizione 24 contratti a tempo determinato per far "rientrare nel nostro Paese giovani ricercatori (italiani e stranieri) impegnati all'estero.....

Potete leggere l'articolo intero al seguente link:  http://www.scuola24.ilsole24ore.com/art/universita-e-ricerca/2015-03-04/contro-fuga-cervelli-arriva-bando-miur-l-assunzione-24-ricercatori-184305.php?uuid=ABUUlC4C

 da Il Sole 24 Ore del 5 marzo 2015

Corso Origini

MIB School of Management - Trieste

MIB2013 0138 

Ragazzi del corso Origini del 2013 in visita a Pordenone con i rappresentanti EFASCE

Il Corso Origini, destinato a giovani discendenti di emigranti del Friuli Venezia Giulia residenti all'estero è organizzato dal MIB School of Management di Trieste. Una buona opportunità per studiare e conoscere la Regione.

Il corso avrà luogo dal 14 luglio 2014 al 15 novembre 2014.

Per ulteriori informazioni le potete trovare al seguente link http://www.efasce.it/index.php?option=com_rokdownloads&view=folder&Itemid=29&id=74 

Concorso Grande Guerra

“Rientrati per la Patria, gli emigranti del Friuli Venezia Giulia di fronte alla Grande Guerra”

Quest'anno sono iniziate in Regione Friuli Venezia Giulia le celebrazioni per la ricorrenza dei 100 anni dell'inizio della Prima Guerra Mondiale nella quale gli emigranti friulani sono stati direttamente coinvolti, come protagonisti, fin dall'inizio delle ostilità.

L'EFASCE nella sua continua ricerca della memoria storica sull'emigrazione ha indetto il concorso “Rientrati per la Patria, gli emigranti del Friuli Venezia Giulia di fronte alla Grande Guerra” allo scopo di raccogliere documenti, testimonianze e fotografie su quanti, trovandosi al momento dello scoppio delle ostilità all'estero decisero, per libera scelta, perché richiamati dalla cartolina precetto o perché espulsi dai paesi belligeranti, di rientrare in Italia.

Scarica il Regolamento completo http://www.efasce.it/index.php?option=com_rokdownloads&view=folder&Itemid=29&id=74

 

dal Corriere della Sera 19 febbraio 2012

Belle e dimenticate: Trieste batte tutti
Le 10 città affascinanti ignorate dai turisti

La casa editrice Lonely Planet esalta il capoluogo giuliano
"citta inusuale" con "seducente senso elegiaco del passato"

 

LeRive--180x140  MILANO - In una celebre poesia, Umberto Saba, il suo più illustre cantore, ne descriveva la "scontrosa grazia" e la paragonava a un amore reso inquieto dalla gelosia. Forse è proprio questa bellezza brusca e schiva che rende Trieste una delle città più affascinanti del mondo, ma poco apprezzata da chi vive fuori dai suoi confini. In una recente classifica, pubblicata sul sito web della Lonely Planet (http://www.lonelyplanet.com/italy/friuli-venezia-giulia/trieste/travel-tips-and-articles/77017), il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia si piazza al primo posto tra le città più belle e allo stesso più ignorate dai turisti internazionali

 BELLEZZA TRAVOLGENTE - Il sito della casa editrice australiana, specializzata in guide turistiche, afferma che nonostante esistano città d'inconfondibile fascino e di estrema bellezza, capita che alcune di queste siano incredibilmente trascurate e poco battute dai turisti. I motivi sono molteplici. A volte è la loro posizione geografica, lontana dai tradizionali percorsi turistici a renderle poco attraenti, mentre più spesso è la presenza, a poche decine di chilometri, di metropoli più glamour e famose a indurre i vacanzieri a ignorarle completamente. piazzaunita--180x140Perchè - si chiede la Lonely Planet - Trieste non è fra i must del turismo internazionale? Descritta come una città «inusuale» e celebrata per il suo melting pot culturale, Trieste «conserva un seducente senso elegiaco del passato» ed è ricca di splendore asburgico grazie alle sue caffetterie viennesi e alla sua singolare cucina mitteleuropea.

 

Infine l'articolo della Lonely Planet ricorda che il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia oltre a presentare un immenso lungomare in stile neoclassico è stato a lungo il porto chiave dell'impero austro-ungarico ed è anche il luogo dove James Joyce ha iniziato a scrivere l'Ulisse, forse l'opera più importante del '900.

News
Conteggio articoli:
1